Morro d’Alba

Morro d’Alba ha origini lontanissime. La sua esistenza storica è accertata intorno all’anno Mille, quando compare come “Curtis” in un atto imperiale di Federico I. Ma le sue campagne, le zone dell’attuale territorio comunale, risultavano già abitate in epoca romana. Ad attestarlo è un medaglione aureo che riporta la scritta ricostruita “Theodoricus pius princeps invictus semper”, rinvenuto in una tomba a Sant’Amico, nelle vicinanze del paese e oggi conservato presso il Museo delle Terme di Roma. Il toponimo sembra ricordare la “mora” o cippo di confine sull'”alba” o colle, che segnava la separazione tra i comitato medievali di Jesi e di Senigallia. Servizio dedicato alla Lacrima di Morro d?Alba.

(15)

Category: Enologia
About The Author
-

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>